Cucina

Storie di…cucina (preparazione della maionese)

Condividi l'idea con i tuoi amici :
image_pdfimage_print

La maionese fatta in casa, soprattutto a mano, ci fa sentire delle cuoche appagate.

Riuscire a non far impazzire la maionese è, infatti, come per la Pellegrini vincere una medaglia d’oro.

Se si vuole dunque salire sul podio, è necessario attenersi ad alcune regole base:
▪ dosare bene la quantità d’olio;
▪ i tuorli non devono essere freddi. Devono essere tolti dal frigorifero in anticipo ed essere usati a temperatura ambiente;
▪ sbattere la maionese energicamente e in modo corretto.

La maionese viene preparata aggiungendo lentamente l’olio al tuorlo già sbattuto e mescolato con sale, aceto e succo di limone. Mentre viene versato l’olio, sbattere vigorosamente con una frusta da cucina per omogeneizzare il tutto (risulta più semplice se vengono impiegate le fruste elettriche ). Se i componenti della maionese non legano immediatamente, la maionese si definisce “impazzita”.

Se si decide di preparare la maionese con il minipimer, il rischio che impazzisca diminuisce.

Basta infatti avere un minipimer, un contenitore basso e stretto e seguire questi semplici consigli:
▪ non rompere il tuorlo durante l’apertura dell’uovo;
▪ mettere l’olio in frigo per 1 ora prima dell’utilizzo;
▪ mettere a far freddare sia le lame che in contenitore del Minipimer;

Attenendosi a queste semplici regole, il risultato sarà un’ottima maionese fatta in casa.

E se la maionese impazzisce?

Se la maionese impazzisce ve ne accorgerete, infatti non risulterà densa ed omogenea, ma sembrerà stracciata.

Per recuperare la maionese potete provare ad aggiungere ulteriore succo di limone o aceto e mescolare energicamente.

In alternativa, aggiungere un altro tuorlo.

Un metodo alternativo consiste nel trasferire un cucchiaio di maionese impazzita in un altro contenitore. Sbattere energicamente il composto con la frusta e aggiungere poco aceto o succo di limone. Appena la salsa tenderà ad addensarsi, aggiungere un altro cucchiaio di maionese impazzita e procedere fino a terminarla.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.